INWARD e il Pubblico

INWARD e il Pubblico

Creatività urbana e amministrazioni, enti locali, università, ricercatori.

La nostra prima esperienza di ciò che avremmo poi più ampiamente richiamato “valorizzazione della creatività urbana”, nella forma della tipica jam di graffiti writing, è stata alla fine degli anni Novanta, in un primo timido dialogo con il Comune di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. Addietro negli anni, venivamo da questo mondo, quello che soprattutto a quel tempo era concepito come un unico movimento hip hop. Organizzammo una grande convention, nel 1998 e nel 1999, chiamata Evoluzioni. La prima prova fu quindi anche formativa, capimmo le parole-chiave nel dialogo con gli enti pubblici e, più ancora, capimmo quale fosse il contributo creativo che, quasi senza saperlo o volerlo intendere, quei graffiti già rendevano pienamente alla città.

Dopo qualche anno iniziammo a fare seminari nelle università di Napoli e di Roma, chiamando a raccontare ad un pubblico numeroso e curioso di studenti le caratteristiche del fenomeno per voce diretta di personaggi come Kaf&Cyop, i bombers DIAS, il mito old school Sha One. Tutti in cattedra. Eravamo al principio del Duemila ed avevamo collezionato svariati confronti scientifici multidisciplinari di alto interesse con docenti e discenti, protagonisti e pubblico, confermandoci sia la possibilità di un approccio al fenomeno che fosse vario e misto, maggiormente centrato sui principi ampi della comunicazione, sia che il fenomeno stesso aveva comportamenti e riscontri specifici nei diversi ambiti nei quali si trovava ad agire o ad essere consumato. Iniziò a farsi forte allora l’idea di uno strumento operativo che meglio osservasse e premiasse questa ricchezza. Tra i più fervidi sostenitori dell’impresa, discutendone dal 2001, Mario Morcellini.

Accadde che presso il Comune della jam, San Giorgio a Cremano, la città di Massimo Troisi, ci fosse chiesto di presidiare uno stand provinciale alla grande fiera dei libri Galassia Gutenberg. Passeggiando per le corsie, notammo un’ampia esposizione di segnalibri d’artista e, tra questi, il dettaglio di una murata, con i tipici colori e colature, fatto segnalibro. A fine evento, dopo tanti amici graffiti writers ospiti ai tavoli, c’eravamo arricchiti di un paio di conoscenze: un tale Adolfo Rossomando, managing editor di Stampa Alternativa, che per noi era quella che aveva stampato uno dei più significativi libri tematici di sempre, “Style. Writing from the Underground”, nostra vicina di stand, e Franco Cusati, gallerista proprio a San Giorgio ed ex funzionario della Circumvesuviana, la stessa azienda di trasporto locale dove lavorava Aldo Cinque, fotografo del dettaglio di murata diventato un segnalibro. I due, grosso modo sessantenni, amavano così tanto i graffiti sui muri, nonostante la loro azienda fosse sfiancata, si sa, dal rimuoverli dai vagoni, che avevano addirittura lanciato una provocazione: azienda di trasporto pubblico su ferro e writers, insieme, per riqualificare le stazioni esattamente con i graffiti. Era l’inverno del 2003 e prendeva forma Circumwriting, primo intervento strutturato in Italia di questo tipo, supervisionato da Achille Bonito Oliva.

Innovativo e pionieristico, il progetto andò così bene, portando più di 100 writers da ogni parte d’Italia a dipingere sulle stazioni e registrando la partecipazione dei più grandi esponenti della scena nazionale del graffiti writing, diversi dei quali nei propri curricula artistici segnano l’avvio della propria carriera con l’evento, che Circumvesuviana volle spingersi oltre, ovvero fummo noi ad osare tanto. Chiedemmo che, sulle loro già previste pellicole adesive antigraffiti per ETR, venissero serigrafati degli artworks originali riproducenti graffiti da parte di importanti graffiti writers nazionali; tra gli altri, parteciparono entusiasti Airone, KayOne, Dado e Mambo.

Intanto che i progetti aumentavano di quantità e complessità, stimolati sempre all’innovazione e alla sperimentazione, non pochi enti pubblici dimostravano interesse per l’aspetto performativo da portare nei luoghi centrali, mancanti di muri o simili superfici e bisognosi quindi di supporti che non fossero, a nostro avviso, i soliti orribili teloni o i pannelli. Ideammo dunque il format W3, che per noi significava Writing al Cubo, una versione tridimensionale della performance: in effetti, si trattava di un voluminoso parallelepipedo in legno da porre in piazze, parchi, giardini, preparato con colori di fondo in linea con il senso dell’evento ospitante e con la bella suggestione di almeno 4 graffiti writers a dipingerlo tutt’intorno, e così anche il suo pubblico. W3 negli anni ha avuto diverse edizioni e le strutture, per ognuna di esse, sono state da 1 a 10. Nel primo caso, la più importante è stata per il XIX anno dalla caduta del Muro di Berlino, a Roma, con la prima uscita pubblica sul tema del Ministro della Gioventù che, dopo l’esecuzione, fece installare una grande porzione dell’opera Berlin (a firma di Zeus40 e Rota), in pratica un graffito, per la prima volta, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; nel secondo caso, invece, appena l’anno prima, allestimmo alla Fiera del Levante dieci strutture colorate con i colori delle proprietà identitarie del mediterraneo per la Bjcem, a Bari, per l’intervento di ben 40 writers pugliesi, per la prima volta tutti insieme in modo tanto affiatato da creare poi l’ACU Kaleidos, nel 2007, che ebbe così il nome dell’evento.

Partiti da Napoli e avendo realizzato negli anni molti progetti ed eventi, interventi e programmi, in svariate città italiane, l’occasione di un bando nazionale promosso dall’ANCI, ente che i Comuni riunisce e serve, proprio sul tema dei graffiti e della street art, ci parve un coronamento dell’audacia che una somma di protagonisti che avevamo partecipato ad animare e ad associare fino all’anno prima era riuscito a riferire all’opinione pubblica, al sistema dei media e ai decisori politici. Vincemmo il bando tecnico di supervisione dell’operato dei Comuni che avrebbero poi vinto il bando più ampio, allo scopo di disseminare in Italia cantieri creativi capaci d’ingaggiare le competenze delle ACU – Associzioni per la Creatività Urbana. ANCI ci chiese di seguire questi risultati e di ampliare la ricerca nazionale: ad oggi, su Italian Graffiti, risultano e sono seguiti più di 130 Comuni italiani e circa 30 festival di street art, enti ed eventi prossimi a far parte del più ampio coordinamento tematico al mondo. Fu proprio in questo periodo che Torino visse forse il suo tempo più bello, producendo due edizioni di Picturin, un festival internazionale di muralismo esterno alle ragioni del bando, per il quale svolgemmo prima funzioni di riferimento per le ACU e poi di componenti di giuria.

Ancora in ambito istituzionale, nel pieno accendersi delle attenzioni pubbliche, private, no profit e internazionali intorno alla creatività urbana, tra il 2009 e il 2011, la sfida più impegnativa sicuramente è stata il coordinamento del Tavolo tecnico sulla creatività urbana istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri presso il CNEL e indirizzato, in ultimo, alla creazione di un “modello di valorizzazione” fortemente condiviso del fenomeno. L’esito della missione è stato infine rappresentato agli Stati Generali della Creatività Urbana, il 21 luglio 2011, a quarant’anni esatti dal famoso primo articolo sui graffiti sul New York Times (1971), così da evidenziare la necessità di una nuova comunicazione fatta necessariamente dai protagonisti, diretta ed oramai sapiente: alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, quel giorno, sedettero per la prima volta, tra tutte le istituzioni nazionali coinvolte, i presidenti e referenti di molte delle ACU italiane, graffiti writers della vecchia scuola, presentando le proprie proposte, in linea con le quali il loro operato continua ancora oggi ad arricchire l’Italia di creatività urbana.

Tra le numerose rappresentanze presenti il 21 luglio, anche una delegazione di Inopinatum, il centro studi creato con la Sapienza per studiare tutte le caratteristiche della materia, dalla critica d’arte alla sociologia, dalla psicologia ambientale alla comunicazione. Presentato per la prima volta al COMPA nel 2006, dove avevamo uno stand di fronte ai “Bollenti Spiriti” della Regione Puglia, con cui nacque l’idea del progetto Kaleidos, oggi Inopinatum coinvolge una rete di 10 università italiane e più di 40 ricercatori internazionali, è un marchio editoriale per la stampa di volumi collettanei o ricerche monografiche ed è lo strumento scientifico, partecipato anche da curatori esperti di street art e da street artisti ricercatori, attraverso cui sondare le complessità del fenomeno. Un presidio pubblico progressivo di decine di volumi tematici è presso il nostro Centro Territoriale per la Creatività Urbana, ha nome WALL Writing Art Local Library ed è consultato da chiunque abbia interesse ad approfondire l’argomento.

tutte le notizie


Dividiamo il nostro impegno nel settore Pubblico tra relazioni con enti locali e nazionali ed attività di ricerca e studio con università italiane ed esperti internazionali.

Galleria

 
L'opera de La Fille Bertha a Castello di Cisterna
dal 27 lug, 2017
al 01 ago, 2017

L’opera de La Fille Bertha a Castello di Cisterna

La quarta delle dieci opere previste dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Colorful Queen”, firmata dalla street artist…

Artisti

 
"'A Mamm' 'e Tutt' 'e Mamm'" l'opera realizzata da La Fille Bertha
dal 31 lug, 2017
al 06 ago, 2017

“‘A Mamm’ ‘e Tutt’ ‘e Mamm'” di La Fille Bertha

Si intitola “‘A Mamm’ ‘e Tutt’ ‘e Mamm'” l’ultimo intervento firmato dalla talentuosa street artista italiana La Fille…

Sociale

 
"Venti e Correnti" di Gola Hundun (foto di Antonio Sena)
dal 19 mag, 2017
al 27 mag, 2017

“Venti e Correnti” di Gola Hundun

L’artista Gola Hundun ha portato la street art a Caserta con “Venti e Correnti”, opera di circa 400 metri…

Artisti

 
dal 27 mag, 2017
al 06 giu, 2017

L’opera degli Orticanoodles a Napoli

La seconda delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Ho bisogno…

Artisti

 
 
"Street Maths", l'intervento di Zeus40 presso la stazione di San Giovanni a Teduccio
dal 31 mag, 2017
al 01 giu, 2017

L’opera di Zeus40 a San Giovanni a Teduccio

La terza delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Street Maths”,…

Artisti

 
nitti
dal 02 mag, 2017
al 15 giu, 2017

L’opera di Hope a Piano di Sorrento

La prima delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Fluxus”, firmata…

Artisti

 
IMG_0879 (Copia)
23 giu, 2006

W3 per la BJCEM Extra

Il format W3 (nato come Writing al Cubo), ideato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, è stato protagonista…

Artisti

 
W3_C.mmare_INWARD_4
24 set, 2006

W3 per la Festa di fine Estate

Il format W3 (nato come Writing al Cubo), ideato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, ha incontrato gli…

Artisti

 
 
 
L'opera de La Fille Bertha a Castello di Cisterna
dal 27 lug 2017
al 01 ago 2017

L’opera de La Fille Bertha a Castello di Cisterna

La quarta delle dieci opere previste dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Colorful Queen”, firmata dalla street artist…

Artisti

 
dal 27 mag 2017
al 06 giu 2017

L’opera degli Orticanoodles a Napoli

La seconda delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Ho bisogno…

Artisti

 
"Street Maths", l'intervento di Zeus40 presso la stazione di San Giovanni a Teduccio
dal 31 mag 2017
al 01 giu 2017

L’opera di Zeus40 a San Giovanni a Teduccio

La terza delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Street Maths”,…

Artisti

 
nitti
dal 02 mag 2017
al 15 giu 2017

L’opera di Hope a Piano di Sorrento

La prima delle dieci opere nate dalla collaborazione di INWARD con EAV – Ente Autonomo Volturno è “Fluxus”, firmata…

Artisti

 
 
IMG_0879 (Copia)
23 giu 2006

W3 per la BJCEM Extra

Il format W3 (nato come Writing al Cubo), ideato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, è stato protagonista…

Artisti

 
W3_C.mmare_INWARD_4
24 set 2006

W3 per la Festa di fine Estate

Il format W3 (nato come Writing al Cubo), ideato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, ha incontrato gli…

Artisti

 
INWARD_diego_jorit
dal 17 feb 2017
al 28 mar 2017

“Diego”: il murale più grande di Napoli Est firmato da Jorit

“Diego” di Jorit AGOch Dopo le opere Eduardo sulle serrande del Teatro San Ferdinando a Napoli, Ael nel Parco…

Artisti

 
Tavolo_esperti_INWARD_01
26 apr 2016

Tavolo Nazionale Esperti Street Art

Giunti al nostro decimo anno di attività e consapevoli di quanto sia necessario accompagnare lo sviluppo che la…

Inward

 
 
 
"Venti e Correnti" di Gola Hundun (foto di Antonio Sena)
dal 19 mag 2017
al 27 mag 2017

“Venti e Correnti” di Gola Hundun

L’artista Gola Hundun ha portato la street art a Caserta con “Venti e Correnti”, opera di circa 400 metri…

Artisti

 
"Giovanni e Paolo", l'opera di Rosk&Loste a Palermo. Foto di Mike Palazzotto.
dal 10 lug 2017
al 20 lug 2017

“Giovanni e Paolo”: a 25 anni dalle stragi

L’Associazione Nazionale Magistrati sezione Palermo, con il sostegno e il supporto del Comune di Palermo, la Città Metropolitana…

Governi

 
22 mar 2017

W3 a Milano per Nartist e il Gruppo Doimo

Il format W3 (nato: Writing al Cubo), ideato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, ha incontrato l’industria e il collezionismo…

Aziende

 
dal 27 nov 2015
al 10 gen 2016

Ceres e INWARD: mostra di Nosego presso la Galleria Varsi di Roma

In seguito alla mostra dello street artista Zedz, presentata a Torino da Square23 Gallery, la nostra collaborazione con…

Aziende

 
 
Calitri_Rosk&Loste_INWARD_1
dal 22 ott 2015
al 28 ott 2015

Il ”Don Chisciotte” di Rosk&Loste a Calitri, in Alta Irpinia

Abbiamo scelto il duo siciliano Rosk&Loste per un intervento a favore di un particolare produttore di vino, l’Azienda Agricola Zampaglione, storica presenza…

Aziende

 
Ceres_Rosk&Loste_INWARD_43
dal 20 lug 2015
al 25 lug 2015

“Chi è vuluto bene, nun s’o scorda” di Rosk&Loste

“Chi è vuluto bene, nun s’o scorda” è un omaggio ai sogni della comunità locale, attraverso riferimenti di…

Aziende

 
Ceres_Corn79_INWARD_21
dal 17 lug 2015
al 24 lug 2015

Torino: ”Blu Cerebrale”, di Corn79

La prima tappa della campagna nazionale ”In Strada C’è Colore” che abbiamo ideato per Ceres è partita da Torino: la scelta…

Aziende

 
Ceres_ZEDZ_Livio Ninni - www.livioninni.com_6
dal 02 lug 2015
al 20 set 2015

Ceres, Square23 ed INWARD portano Zedz a Torino

Dopo aver dato il via alla collaborazione con Ceres, prima con il Ceres Tram e la creatività di…

Aziende

 
 
 
15
20 giu 2015

W3 per la Giornata Internazionale del Rifugiato

INWARD ha stretto collaborazione con il GUS – Gruppo Umana Solidarietà per portare il format W3 al porto della Città di Ancona, per la Giornata Internazionale…

Sociale

 
villa_romana_inward_08
dal 17 giu 2016
al 24 giu 2016

INWARD e ShaOne per la Villa Romana Caius Olius Ampliatus a Napoli Est

Sulla facciata d’ingresso della parete di cinta della Villa di Caius Olius Ampliatus a Ponticelli, Paolo ShaOne Romano…

Sociale

 
inward_siani_74
dal 19 set 2016
al 23 set 2016

Un Murale per Giancarlo Siani

L’idea di realizzare una grande opera di street art dedicata a Giancarlo Siani, giovane giornalista pubblicista napoletano ucciso…

Sociale

 
''Ponticelli Street Art Tour'': laboratorio in aula informatica
10 mag 2016

Napoli est, progetto Ponticelli Street Art Tour

Abbiamo rafforzato la nostra presenza sul territorio di Napoli est e il legame con gli istituti scolastici locali…

Sociale

 
 
16 apr 2016

Napoli est: partono i tour di street art al Parco dei Murales

Dopo aver annunciato, nei mesi scorsi, il lavoro orientato alla creazione di un vero e proprio Street Art…

Sociale

 
Lo trattenemiento de peccerille_10-
dal 19 dic 2015
al 10 feb 2016

“Lo trattenemiento de’ peccerille” di Mattia Campo Dall’Orto

La lettura come stimolazione della fantasia e ripensamento creativo della realtà: è questo il tema intorno a cui…

Sociale

 
Presentazione_CNR_INWARD_1
13 gen 2016

Il Parco dei Murales

A partire dal successo della prima grande opera firmata da Jorit AGOch a Napoli Est, ci è stato chiesto…

Sociale

 
INWARD_Zed1_Ponticelli_18
dal 13 lug 2015
al 20 lug 2015

“‘A pazziella ’n man’ ‘e criature” di ZED1

“‘A pazziella ’n man’ ‘e criature” è un’articolata rappresentazione dell’importanza e della qualità del gioco per i minori,…

Artisti

 
 
 
INWARD_Muro_Festival
dal 03 lug 2014
al 08 mag 2016

Relazioni e ricerca sulla street art in Portogallo

INWARD è l’unico ente italiano a far parte del Comitato Scientifico Onorario di Urban Creativity, contribuendo ad impostare le linee di ricerca…

Europa

 
Alcuni dei più famosi writers napoletani in posa con The Godfather of Graffiti, Richard Seen Mirando, Napoli, 2010. La mostra segnò anche l'inizio del progetto di creatività urbana per il sociale CUNTO.

INWARD Internazionale

La nostra attività internazionale si è concentrata, nel tempo, su due dimensioni in particolare: da un lato, la…

Europa Mondo

 
Il direttore ricerca INWARD Luca Borriello tra gli ospiti del Most Street Art Festival di Mosca (2013)
08 dic 2013

MOST – Moscow Street Art Festival

Nel 2013 abbiamo partecipato al “MOST Moscow Street Art Festival”, prima conferenza internazionale sulla street art di Mosca,…

Mondo

 
Missione a Mosca: Luca Borriello, direttore ricerca INWARD, presenta il modello di valorizzazione della creatività urbana al pubblico del WINZAVOD Centre for Contemporary Art
dal 21 giu 2012
al 04 lug 2012

INWARD in Olanda e in Russia

Nel 2012, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri ed in un’ottica di internazionalizzazione del modello, INWARD è volato a…

Mondo

 
 
Firma del Memorandum of Understanding sulla Street Art tra Ines Machado, responsabile della GAU Galeria de Arte Urbana del settore Patrimonio della Città di Lisbona, Luca Borriello, direttore ricerca INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana, Igor Ponosov, street artista, curatore e direttore del programma The Wall presso il WINZAVOD Centre for Contemporary Art di Mosca, Thomas Menjou, street artista e capo dell’organizzazione internazionale londinese di promozione di graffiti writers Ground Release e Jochem Cats, street artista e operatore della Stichting Aight e della Haags Graffiti Platform de L’Aja (2012)
20 dic 2011

Urban Creativity Alliance

Nel 2011 si è svolta a Napoli, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri, la prima riunione delle…

Mondo

 
European_Graffiti
dal 13 lug 2011
al 21 lug 2011

European Graffiti

“European Graffiti” è stato un progetto sostenuto da ANG – Agenzia Nazionale Giovani (Azione 4.3 del Progetto Gioventù in…

Europa

 
 
"'A Mamm' 'e Tutt' 'e Mamm'" l'opera realizzata da La Fille Bertha
dal 31 lug 2017
al 06 ago 2017

“‘A Mamm’ ‘e Tutt’ ‘e Mamm'” di La Fille Bertha

Si intitola “‘A Mamm’ ‘e Tutt’ ‘e Mamm'” l’ultimo intervento firmato dalla talentuosa street artista italiana La Fille…

Sociale

 
re.work
15 giu 2015

Napoli Smart City Ante Litteram

Nell’ambito di Giugno Giovani 2015, promosso dall’Assessorato ai Giovani e Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di…

Inward

 
AppelloBanksy_Bray_INWARD_1
19 mar 2015

A Napoli l’unica opera di Banksy in Italia

Banksy giunge a Napoli presumibilmente tra il 2003 e il 2004. Qui ha realizzato diverse opere (forse anche…

Artisti

 
Alcune delle pubblicazioni curate da INWARD negli ultimi anni: si riconoscono il catalogo di ‪‎"Circumwriting‬" del 2004 (primo evento italiano sistematico e diffuso di riqualificazione delle stazioni ferroviarie con il graffiti writing, con testi di Achille Bonito Oliva e Joseph Sciorra), ‪il volume "DoTheWriting!"‬ del 2010 (documentazione dell'unica rete al mondo di organizzazioni no profit per la creatività urbana), la prima edizione di "Monograff‬" dedicata ad Etnik (prima graphic novel sulla street art), ‪"Inopinatum‬" (primo volume del primo Centro Studi sulla Creatività Urbana in Italia), "Una mattina d'Est" con la cover di Etnik (libretto esito del processo di social naming del progetto di creatività urbana per il sociale CUNTO) e "Alephactory" dell'omonimo progetto di street art per Arti Grafiche Boccia SpA, con introduzione di Alessandro Laterza, presidente Commissione Cultura Confindustria.
28 giu 2008

WALL – Writing Art Local Library

Negli anni, INWARD ha contribuito ad arricchire la sezione cartacea di Mediaterraneum – Mediateca del Mediterraneo presso il Palazzetto degli…

Artisti

 
 
w3_inward_troisi_01
dal 14 lug 2005
al 20 giu 2015

W3 Writing al Cubo

Al principio della nostra attività, dinanzi alla necessità presentataci da non pochi enti pubblici e/o privati di riposizionare…

Artisti